Tom Waltz ascoltato da Destructoid

Lo sceneggiatore di Silent Hill 8 (w.t.) e di Silent Hill: Past Life, Tom Waltz, è stato intervistato da Destructoid.
L’opera di traduzione dell’intervista è stata svolta da HenryTownshend.

———————————————

Destructoid intervista Tom Waltz

Tom Waltz ha una grande storia da raccontare.Ha iniziato come una persona normale, proprio come me e voi,ma è arrivato prima a scrivere i fumetti di Silent Hill e successivamente a scrivere la storia del nuovo videogame,Silent Hill 8.

Abbiamo avuto modo di parlare com Waltz al Comic Con a San Diego la scorsa settimana,dovec’ha cordialmente raccontato come ha raggiunto il ruolo che ha oggi.Abbiamo anche parlato un pò del gioco in uscita e dei fumetti correlati.
Ci sono alcuni soprendenti collegamenti fra i due che penso piaceranno a voi tutti.

Personalmente,è stato fantastico incontrare ed ascoltare un tipo che è stato incaricato di “forgiare” le caratteristiche del prossimo silent Hill. E’ stato veramente bello vedere che egli è un fan, è profondamente accorto riguardo la saga di Silent Hill.Miei cari compagni fans, penso che siamo in buone mani.

(clicca sul link qui in basso per continuare)
Destructoid: Quanta influenza ha Konami nella realizzazione dei fumetti?
Tom Waltz:Una cosa importante –e l’ho detto anche ai fans di Silent Hill,specialmente quelli del gioco–questi fumetti sono realizzati per Konami,e sono parte dei “canoni” della serie.Non è solo IDW a lavorarvici per conto proprio.Tutto quello che facciamo viene approvato da Konami,dal concept al prodotto finale

D:Mi piacerebbe sapere come sei diventato uno scrittore di fumetti su SH e poi anche lo scrittore per il prossimo gioco di SH.
T:IDW ha la licenza già da un bel pò di anni adesso –decisamente più di 5.Inizialmente ero un fan del gioco prima che diventassi lo scrittore del fumetto.
Ho sempre voluto scrivere fumetti,ed ero un grande fan della saga.Specialmente SH2–che poi è stato quello
che mi ha fatto amare la serie.
IDW ha sede a San Diego,e io vivo lì,quindi l’ho sempre seguita.Tanto tempo fa,dissi al mio Capo-Editore –addirittura prima che entrassi a far parte della compagnia-che  volevo scrivere un fumetto su SH per voi ragazzi.In quel periodo,c’era un altro tizio
che li scriveva e si chiamava Scott Clencin.Amavo quei giochi e la serie e dissi che mi sarbbe piaciuto un fumetto su SH,ma dissero che non erano sicuri che ne avrebbero fatti altri.E poi,stupore e ammirazione,le stelle si allinearono,entrai a far parte della compagnia,e partecipai ad un metting un giorno.Il presidente della compagnia disse che avevano ancora spazio nella loro licenza per fare altri fumetti.
Chiese”Conoscete qualcuno che vorrebbe fare un fumetto su SH?”[ride]

D:Avrai detto qualcosa tipo ,”Io!Io!”
T:Si,ho alzato la mano e disse che potevamo farlo.Il primo fumetto che scrissi si chiamava “Silent Hill:Sinner’s Reward”.La cosa buffa fu che ,in quei tempi,l’interesse nel fumetto sembrava in calo tra i fans di SH ,ma anche nel panorama generale

D:Quanti fumetti della serie erano disponibili al momento del tuo primo lavoro?
T:Credo ci fossero 5 o 6 miniserie che erano tutte raccolte insieme.Quando uscì “Sinner’s Reward”,avrebbe dovuto inizialmente essere una serie di 5 numeri.I numeri non furono eclatanti per la prima uscita.IDW disse che non potevamo fare tutti e 5 i volumi o avremmo
perso troppi soldi.Parlando in generale,se le vendite sono già basse per il primo    volume,diminuiranno man mano che la serie prosegue.
“Sinner’s Reward”,umilmente parlando,divenne molto famoso.E’ entrato a far parte di una raccolta ed è entrato nella Top Ten dei fumetti horror di FEARnet.
Ho ricevuti molti bei commenti dai fans che bazzicano sui forum.Io stesso sto su Silent Hill Heaven tutto il tempo.

D:E’ veramente un bel posto,Silent Hill Heaven.
T:Si,sono sempre stato particolarmente attivo insieme ai fans che frequentano quel forum,dato che sono anch’io un fan.E’sempre stato
importante per me mantenere viva la fiamma perchè ne sono anch’io parte di essa.Amo guardare le discussioni.Teorizzano come pazzi

D:Si[sorriso]
T:Dico sempre che questa è la cosa che mi piace di più.E’ correlabile a Silent Hill stessa,se ci pensi.Ogni fan di SH è diverso,proprio come diversi sono i protagonisti della serie.James è diverso da Harry o da Heather.Per me,è uno dei punti forti della serie.

D:Non potremmo addirittura dire che l’interpretazione del protagonista è diversa per ogni fan?
T:Oh ,assolutamente, ed è fantastico.Finchè non si finisce nel Flaming…

[risata]

certo,non sempre mi piace,ma è anch’esso una parte dell’Internet dei giorni nostri.C’è sicurezza nell’anonimato,direi.
Comunque,ad un certo punto,al Comic Con del 2008,Konami mi invitò a un meeting con IDW.Stavo parlando con alcuni signori della Konami in quel momento e mi chiesero se fossi interessato nello scrivere storie per i videogames.

[risata]

D:No,perchè mai dovresti voler farlo?
T:Mi dissero che stavano pensando di fare un nuovo SH e che gli avrebbe fatto piacere avermi nel team se mai se ne fosse fatto qualcosa.

D:Te la sei fatta addosso quando te l’hanno chiesto?
T:Beh,si!Sai,è una di quelle cose ..quando lavori nei fumetti,specialmente in questi giorni,c’è sempre interesse per Hollywood
Quando ottieni interesse da parte di Hollywood,pensi di che quello che hai per le mani sia il prossimo Avatar.Pensi che ci faranno un film e così via..
Ma poi ti rendi conto piuttosto in fretta che l’interesse non sempre significa qualcosa.Le possibilità che dall’interesse si passi al film vero e proprio diventano poche se non nulle.

Comunque,Io ero entusiasta  e ho subito pensato che era grandioso –ma ho valutato la cosa con un pò diffidenza,come del resto faccio per ogni altra cosa nel mondo del business.
Agli inizi del 2009 ,ricevetti una chiamata dal produttore di SH.Dissero che avevano intenzione di fare un nuovogioco e che volevano che ne scrivessi io la storia.

D:Ma quindi eri in una sorta di limbo,dopo quel meeting avvenuto due anni fa?
T:Praticamente ,si.Esci dal meeting tutto gasato,e poi non senti nulla per mesi e mesi,e dopo un pò pensi ,beh, che non ci sei riuscito.Pensi anche che alla fine non avranno nemmeno fatto il nuovo gioco.Tutto nel business avviene così segretamente.Alla fine ,si è scoperto che ci stavano lavorando e stavano tutti riorganizzando le idee per capire come realizzarlo al meglio.Mi chiamarono,parlammo e siamo stati subito in grande sintonia.

D:Cosa vorresti dire ai fans più sfegatati di SH,riguardo il tuo progetto?
T:Sono un fan,quindi voglio che i fans sappiano questo.Vedo spesso le discussioni.Dicono “oh ,non è il Team Silent.E’ solo un serie.Stanno spremendo la mucca del denaro.Non ce ne frega”

Tutti coloro che lavorano alla realizzazione del gioco,da me stesso fino ai produttori,gli agenti del marketing,fino ai Vatra che si occupano dello sviluppo –lo amano questo gioco.Sono tutti fans.A tutti importa.c’importa come quanto o forse più di quanto importi ai fans.Passiamo più e più giorni a discutere semplicemente su dei dettagli,proprio perchè siamo molto interessati al progetto.Vogliamo che conti!

D:Penserei che sarebbe difficile dire che tutti quelli che hanno lavorato per realizzare gli altri capitoli non fossero interessati a SH.Penso che tutti loro amassero la serie a loro modo.Credo che tutto rimandi all’aspetto interpretativo di cui parlavamo prima
T:Hai ragione.Non c’è nulla di male nel modo dell’intrattenimento nel dire che quello che vedi non ti piace,o che non sei d’accordo.Per me,è sbagliato stabilire a priori che se quella cosa non ti piace è perchè chi l’ha fatta,l’ha fatta senza metterci passione.E’ vero solo in rari casi.

D:Per me,fare così sarebbe disprezzare il loro talento artistico e il loro lavoro.Non sempre tutto coincide perfettamente con le aspettative e c’è sempre qualcuno che avrebbe voluto vederlo realizzare diversamente.Non ho mai visto un caso in cui qualcuno che abbia lavorato per la serie sia stato irrispettoso nei confronti della storia e del mondo di Silent Hill.
T:Giusto.Quando gioco,ci sono capitoli che mi piacciono più di altri.SH2 è il mio preferito.SH4 probabilmente non è il mio preferito,forse quello che mi piace di meno rispetto agli altri,ma mi piace comunque.E’ solo che ho un certo gusto per le storie,e quella di SH4 era un pò diversa.Credo che una grande componente di SH2 siano l’elemento umano e il dramma umano che lo caratterizzano.Anche se non fossero scaturiti da una città fantasma,anche se quelle cose fossero semplicemente accadute,è lo stesso traumatico e terrible.
Credo sia questa la vera forza.Nei film horror ,invece,credo che falliscano perchè ormai è il gore a farla da padrone.La realtà è che il gore dovrebbe essere parte dell’ambientazione,ma quello che veramente conta è la parte con cui le persone possono relazionarsi.Se prendi James,e togli Pyramid Head,è ancora un personaggio interessante?Si,lo è.

D:Sei d’accordo con la teoria che ognuno dei mostri in Silent Hill rappresenti un pensiero o un sentimento del personaggio principale?Se sì,stai portando avanti tale teoria nel tuo lavoro?
T:Si.Ogni creatura che incontrerete nel gioco è stata pensata attraverso(e ad essa è legata) la psiche del protagonista.

Questa è una delle cose più originali che ho scoperto dopo aver giocato gli altri capitoli.

Non può essere un caso.c’è una ragione.Quando ho messo Pyramid Head nel primo fumetto,stavo proprio pensando alle creature.Ma non mi rendevo conto che le creature avessero uno scopo.A posteriori,l’ho capito meglio.In questo nuovo fumetto,le creature si relazionano perfettamente coi peccati del passato di quest’uomo.
Questo è stato il nostro approccio con il team insieme al quale sto lavorando adesso.Insomma,non sono un grande fan dell’aspetto occulto.Proprio perchè l’occulto non mi dice nulla.Ma so che non è così per altre persone.Capisco anche il posto importante che ha nella serie.Ma non ho mai sentito qualcuno a cui non piacesse l’elemento umano di SH.Quella è la parte con cui ognuno può relazionarsi.Ad alcuni non piace Pyramid Head.ad altri piace.Alcuni pensano che le Nurse siano banali.Le situazioni marginali che contornano la storia si relazionano alle persone in modi differenti.Ma il nucleo è sempre la storia umana.
Quando abbiamo preso questo argomento,tutti eravamo d’accordo:prima di iniziare a preoccuparci delle cose spaventose e dei mostri o altra roba simile,qual’è il nucleo della storia?Qual’è la storia umana?

D:Come si relaziona il tuo fumetto con tutto ciò?
T:La nuova storia è intitolata “Silent Hill:Past Life”.PL è ambientato nel 1867,quindi stiamo davvero raccontando la prima vicenda storica di SH,per intero.Anche qui,dò credito ai forum.Qualcuno stilò una linea cronologica che è semplicemente fantastica.Non so nemmeno come abbia fatto  ad ottenere tutte quelle informazioni.Parte dagli inizi fino a Shattered Memories ed Homecoming.Leggendo la timeline ho notato che nell’800 era ancora una cittadina in espansione  che stava iniziando a mostrare il suo lato oscuro

Ebbi un’idea.Il personaggio principale si chiama Jedidiah Foster ed è un fuorilegge del selvaggio West.Il suo soprannome è Hell Rider,che effettivamente ho “rubato” da una canzone chiamata The Dark Side of Aquarius” di Bruce Dickinson,cantante degli Iron Maiden.Mi è sempre piacuto il nome “Hell Rider” e mi fa sempre pensare a un cowboy.

La storia riguarda un cattivo del selvaggio West che finalmente incontra una donna che lo mette sulla retta via.Lei possiede una casa di famiglia ,ormai abbandonata nei pressi di Silent Hill, e vuole trasferirsici,per fuggire dalla criminalità territoriale e provare a trovare una nuova vita.Ma ,ovviamente,si tratta di Silent Hill e il protagonista non potrà di certo scappare dal suo passato oscuro.Dovrà affrontarlo e sua moglie verrà trascinata in esso.E’ insomma uno scorcio della Silent Hill che si appresta a diventare un purgatorio.

La particolarità di questa serie è che abbiamo un personaggio che verrà incluso sia nel fumetto che nel nuovo gioco.Speriamo che i fans gli diano un’occhiata perchè il gioco è ambientato nei giorni nostri.

D:Quindi un personaggio dei giorni nostri sarà anche nella tua storia ambientata nell’800?
T:Puoi giocare questo SH senza aver letot il fumetto e ti piacerà,come anche ti piacerà anche questo personaggio,ma se leggi il fumetto,vi forniamo una sorta di “dietro le quinte” sull storia precedente.Suggerisce anche il perchè sia nel gioco.

D:Potresti dire che è un personaggio di spicco nel gioco?Quanto è importante il suo ruolo?
T:E’ un personaggio non giocabile,ma è un personaggio vitale per il gioco e il suo progredire.E’ un personaggio per cui abbiamo addirittura dei piani oltre questo gioco.Sarà nel fumetto,ma non significa che la sua presenza si limiterà solo a questo.E’ qualcuno che da noi viene visto come un personaggio di spessore.Non posso ancora dire il nome.Tutto ciò che posso dire è che non è Jedediah.E’ un personaggio secondario anche nel fumetto.Potrete avere delle informazioni sul suo passato.Questo fumetto è legato al gioco non solo perchè li ho scritti entrambi io ,ma anche perchè hanno questo personaggio in comune.

Vogliamo che i fans sappiano che l’esperienza Silent Hill completa comprende anche queste cose oltre ai giochi.Ad esempio,ad alcune persone è piaciuto il film,ad altri no,ma è parte di Silent Hill adesso.Gli attori e registi?Quella era la loro Silent Hill– è così che io la vedo.Sapete,quel film non rovina per niente gli altri film su Silent Hill,secondo me.E’ solo una storia diversa su Silent Hill.

D:Ho sempre pensato che si collegasse alla cittadina stessa.Ho sempre pensato ad ogni istanza di SH come una sotto-storia di un grande racconto.
T:Decisamente.Se pensi a SH2,hai James,che vede tutti quei mostri.angela vede qualcosa totalmente diverso.Laura non vede niente.E’ così innocente che sta solo scorazzando in giro.Eddie?Cosa vede?Anche dentro ogni storia individuale ci sono sotto-storie e sotto-trame –è diverso per tutti.

In Sinner’s Reward l’ho fatto,perchè mi piace.Sinner’s Reward parla di un sicario  in fuga con la moglie del suo boss.Corrono via per scappare dato che lui è innamorato di lei e non vuole più essere un sicario.Ha fatto un ultimo lavoro per ottenere abbastanza soldi da poter scappare.Bene,il suo ultimo lavoro è proprio quello che ritrova a Silent Hill.Ha ucciso una ragazzina innocente.Quando finalmente arrivano a Silent Hill e gli eventi paranormali iniziano,lui vede mostri,ma lei vede le sue vittime.Secondo me ,è questo il tema traino di Silent Hill.Quello che tu vedi e quello che io vedo sono cose totalmente diverse.Dovrebbe farti pensare,dovrebbe fatti guardare dentro di te.Speriamo che il fumetto faccia la stessa cosa.

D:A parte gli ovvi tie-ins e il tuo coinvolgimento,quanto diresti che sono importanti i fumetti usciti precedentemente per gli amanti dei giochi di SH che non hanno ancora letto i fumetti?Danno veramente un quadro più completo della faccenda?
T:Non so nemmeno se veramente li descriverei in questa maniera.Suppongo comunque che si,potrebbero,ma per me sono importanti perchè ti permettono di avere uno sguardo completo dell’universo di Silent Hill.Non ti piacerà proprio tutto.Per me ,se sei veramente un fan “completo”,vorrai sicuramente vedere tutte queste cose.Ma è necessario essere dei fan “completi” per amarlo?no,niente affatto.Potresti anche solo giocare SH2 ed amare Silent Hill.Se cominci a pensare che ai creatori non importi più nulla,beh allora stai vendendo te stesso.Potresti invece essere piacevolmente sorpreso.Mi piacerebbe pensare che una cosa simile sia accaduta con Sinner’s Reward.Forse ad alcuni non sono piaciuti i fumetti,ma forse hanno gradito Sinner’s Reward.

Se non altro,con questo ultimo fumetto,perchè ho avuto quest’unica esperienza adesso–abbiamo lavorato per il gioco per quasi 2 anni — di essere dentro fino in fondo a quello che succede in casa Konami,adesso capisco l’universo ancor più di quanto lo avessi capito prima.Speriamo di essere altrettanto vicini a quello che i fans amano nei giochi.

Ci sono alcune regole,regole che nemmeno io conoscevo,che il Team Silent aveva messo in vigore tempo fa.Adesso le capisco meglio.Per esempio,se potessi cambiare una cosa in Sinner’s Reward,quella sarebbe il cameo di Pyramid Head.Per me,è stato puro fan service.Pensavo che siamo tutti fans di SH e Pyramid Head è così famoso..ma adesso capisco.Effettivamente,Pyramid Head, fa parte della Silent Hill di James,e quello era un SUO mostro.Adesso lo capisco.Ho fatto degli errori lungo la mia strada.Nello stesso momento però,non penso che abbia rovinato il fumetto.Ad alcune persone è piaciuto.Per altre,però,Pyramid Head dovrebbe essere in tutte le storie,perchè gli piace.

D:Lo si sente dire spesso dai fans.La continua apparizione di Pyramid Head sta urtando le persone proprio per questa ragione.
T:Me la sono un pò presa con me stesso per averlo messo nel fumetto perchè non c’era motivo di mettercelo,e avrei potuto raccontare la stessa storia senza averlo lì.Ci ho messo le Nurse,ma era il Brookhaven Hospital,e le Nurses sono state quindi un cross over.Nel film non mi ha infastidito,visto che l’obiettivo del film è di catturare anche i fans che non hanno le idee chiare su Silent Hill.Avevano bisogno di mostrare tutte le cose più fighe presenti nel gioco e che piacciono alla gente,così che avrebbero dato anche un’occhiata al gioco.Secondo me,quindi,aveva senso e onestamente,per quello che è stato,ho trovato molto godibile il film.

Insomma sono il più grande difensore del film.Per quello che è e per quello che si proprone di fare,è stato grandioso.Sebbene fosse molto puntato al fanservice,è stato comunque bello e verso la fine ti da proprio quella bella sensazione di Silent Hill

Ecco.Un perfetto esempio di come io penso sia un film d’effeto è stata mia figlia maggiore.Eravamo lì,e non nutriva alcun interesse per la serie.Quando uscì,disse”Wow!E’ stato figo”.Disse anche che non era quello che lei si aspettava che fosse e mi chiese se i giochi fossero anch’essi così.
Spero che i giochi abbiano lo stesso effetto sui fumetti e viceversa.In definitiva,il nostro obiettivo è quello di attirare i fans sfegatati poichè sono proprio quelli che guidano il successo della serie

D:Sono sicuro che il tie-in che hai creato e il gioco in arrivo andranno molto lontano nell’attirare i fans.
T:Nel regno di silent Hill,sono probabilmente il tipo più fortunato che ci possa essere.Ero un fan che ha trovato la sua strada nell’universo,prima attraverso i fumetti per poi co-scrivere la storia del gioco.4 anni fa,se mi avessi detto che sarei arrivato a tanto,non avrei nemmeno minimamente pensato che potesse divenire realtà.Ero proprio come ogni altro:mio cognato ed io giocavamo ogni notte,due uomini cresciutelli spaventati a morte,seduti sul divano.Non avrei mai pensato che sarei arrivato così lontano.

Ricevo regolarmente builds del gioco mentre esso viene sviluppato.Un giorno,mentre giocavo,ho assistito ad una scena,che nonostante fosse stata scritta da me,è riuscita a spaventarmi.Gli sviluppatori stanno facendo davvero un bel lavoro e mi sorprendono ogni volta.Non voglio che i fans si preoccupino riguardo i Vatra.Sono dei grandi fans anche loro e hanno preso a cuore la serie.Sarà bellissimo.

Penso comunque che fan-service sia un brutto termine,penso invece che fan-sensitive ci descriva meglio,perchè siamo dei fans anche noi.Stiamo facendo qualcosa a cui teniamo tantissimo come fans,perchè sappiamo di tenerci,come anche i fans sanno.

This entry was posted in News and tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *