Direttamente dal PlayStation Blog veniamo a sapere alcuni nuovi dettagli su Amy. Alcune di queste informazioni le conoscevano già grazie a precedenti preview ma l’articolo presenta altri contenuti inediti sul nuovo gioco di Paul Cuisset prodotto da Lexis Numèrique.

  • E’ ambientato in un 2034 devastato da disastri naturali. Lana, la protagonista, deve farsi strada nella sua città natale, Silver City, colpita da un meteorite e piena zeppa di persone infettate da un virus;
  • Esistono due modi per bloccare l’infezione: attraverso kit di pronto soccorso da recupare dai corpi dei soldati oppure il contatto con una bambina (Amy);
  • Amy può appunto fermare il virus e curare Lana. Lo svantaggio è che mostri e soldati l’hanno presa di mira e l’obiettivo perciò è quello di scappare da Silver City;
  • Amy non è nè un super guerriero nè un personaggio completamente docile che si limita a stare al tuo fianco. Amy infatti può ispezionare cunicoli e zone non accessibili per un adulto. In più, grazie all’istinto della curiosità che hanno i bambini, può ispezionare l’ambiente alla ricerca di oggetti utili;
  • Tenendo premuto R1, prenderemo per mano Amy allo stesso modo di come accade più o meno in ICO. Questo non solo permetterà di curarci ma di sentire il suo battito del cuore attraverso la vibrazione del pad. Se il battito aumenta significa che siamo in un’area pericolosa. Sembra inoltre che nel corso del gioco Amy svilupperà altre capacità ma queste non verranno svelate per non anticipare troppo il contenuto del gioco;
  • Saranno presenti varie situazioni affinchè il giocatore possa scegliere il giusto approccio. Si può agire furtivamente come anche combattere e ci saranno anche puzzle ed enigmi da risolvere. Lana tuttavia non è una combattente e la sua “fragilità” sarà un tema ricorrente all’interno del gioco;
  • Potremo nasconderci all’interno di mobili per non farci vedere dai nemici;
  • Un elemento che potremo sfruttare a nostro vantaggio è conoscere l’IA dei nemici. Se Lana sarà abbastanza infetta, potrà agire indisturbata tra i mostri in quanto non verrà attaccata. Tuttavia non possiamo rimanere eccessivamente infettati in quanto avremo poco tempo per curarci e un altro sconveniente è il fatto che i soldati invece non esiteranno ugualmente ad attaccarci. Un aspetto molto interessante è la comunicazione tra mostri: se siamo infettati e siamo attaccati dai soldati potremo chiamare altri mostri a supporto;
  • Tra le location presenti nel gioco, abbiamo un ospedale, una stazione e strade cittadine.

Dopo il break sono presenti due nuove immagini.